Treviso, 45enne stramazza a terra colpito da infarto: si era vaccinato contro il Covid, disposta l’autopsia

Da Quotidiano Del Piave – Un cordoglio che si fa di ora in ora più vasto, mentre potrebbe essere l’autopsia ad accertare il motivo della morte, avvenuta giovedì sera, di Andrea Astolfi.

Secondo quanto ricostruito, il 45enne orsaghese, dipendente della Finint e dirigente sportivo (era vicepresidente dell’Acd Orsago) nonché ex presidente della Pro loco, era rincasato nell’abitazione adiacente a quella dei suoi genitori intorno all’ora di cena, salendo nel suo appartamento.

Il padre, sentendo un tonfo, si è precipitato nella casa del figlio, trovandolo disteso a terra. Subito il genitore ha chiamato aiuto, trovandolo prima in un passante e poi nel Suem 118, ma quando i sanitari sono arrivati sul posto, nonostante il loro prodigarsi per rianimarlo, Andrea era già morto, a quanto sembra per un infarto del miocardio acuto.

Il medico necroscopo ha richiesto l’esame autoptico sul cadavere dell’uomo, che godeva di buona salute. Si era sottoposto all’inizio dell’estate alla vaccinazione anti Covid senza mai manifestare, secondo quanto si è appreso, alcun effetto collaterale.

Continua a leggere su Quotidiano del Piave

L'articolo Treviso, 45enne stramazza a terra colpito da infarto: si era vaccinato contro il Covid, disposta l’autopsia proviene da Rassegne Italia.