Banchi di Scuola a rischio incendio, la beffa di Arcuri e di Azzolina


Quando se li videro recapitare un anno fa, molti presidi scrissero subito al commissario Arcuri e alla ministra Azzolina per sfogare tutta la loro rabbia: «Questi banchi non vanno bene, dovevano garantire il distanziamento e invece sono enormi».

Qualcuno si lamentò anche del materiale con cui erano fatti, in plastica, considerato scadente.

Oggi scopriamo che i famosi arredi scolastici monoposto, ritenuti necessari per garantire la sicurezza degli studenti di fronte all’emergenza coronavirus, non rispettavano nemmeno le norme antincendio.

Tanto che il nuovo commissario, il generale Francesco Paolo Figliuolo, dopo un vertice con il ministero dell’Istruzione,  è costretto a ritirarli dalle scuole.

Lo ha deciso con una determina del 21 settembre scorso. Il ritiro, tra l’altro, non è costo zero. Lo Stato dovrà sborsare 173mila euro...Continua su Articolo Originale...