Sbarco choc a Lampedusa: un peschereccio scarica quasi 700 clandestini sull’isola. E Lamorgese non fa' nulla (Video)

 di Martino Della Costa – Lampedusa sotto assedio: sono oltre cinquecento i migranti sbarcati sull’isola da un vecchio peschereccio in ferro. Una carretta lunga una quindicina di metri, stracolma di persone provenienti da Ciad, Marocco, Siria, Bangladesh, Sudan, Nigeria, Etiopia, Senegal ed Egitto. Tra loro, anche donne e bambini. L’imbarcazione sarebbe partita dalle coste libica. Esattamente da Zuwara: una delle tante che puntano a dritta verso i nostri porti.

Basti pensare che, nelle ore appena precedenti il maxi sbarco di questa notte, sulla più grande delle Pelagie le autorità locali aveva provveduto ad altri 5 sbarchi: per un totale di 119 migranti appena approdati.

Maxi sbarco a Lampedusa nella notte: approdano circa 686 migranti

Dunque, con l’ultimo maxi sbarco a Lampedusa sono scesi circa 686 migranti. Ma il numero è solo indicativo… Gli uomini della Guardia di finanza hanno intercettato il vecchio peschereccio nella notte e, come il protocollo prevede, hanno immediatamente provveduto alle procedure di individuazione. Ai controlli sanitari e all’accoglienza degli stranieri appena approdati al molo commerciale del porto dell’isola. Procedure di prima assistenza, peraltro, in corso fino a tutta la mattinata. «Dopo alcuni giorni di maltempo, oggi con il mare calmo sono ripresi gli sbarchi – ha dichiarato il sindaco Totò Martello –. Il barcone arriva dalla Libia. Sono in corso tutte le operazioni previste in questi casi. Poi i migranti saranno accompagnati al centro di accoglienza».

Migranti, Lampedusa sotto assedio, hotspot di Imbriacola al collasso

Hotspot che, va detto, anche in questo momento è sovraffollato oltre le sue possibilità: nel centro sono presenti 1.091 persone a fronte dei 250 posti disponibili. A breve, infine, si dovrebbero avviare i trasferimenti sulle navi quarantena». A tal proposito, secondo quanto riferisce la repubblica in queste ore, «il ministero dell’Interno ha informato la Prefettura di Agrigento di aver inviato sull’isola la nave quarantena Aurelia dove saranno imbarcati i migranti».

Sono complessivamente 686 i migranti sbarcati solo tra ieri sull’isola

E allora, sono complessivamente 686 – tra cui 15 donne – i migranti approdati tra la serata e la notte, a partire dalle 23, a Lampedusa. Il vecchio peschereccio su cui viaggiavano è stato intercettato dagli uomini della Guardia di finanza a circa 8 miglia dall’isola. Le operazioni di sbarco al molo commerciale sono andate avanti sino a notte inoltrata. Ma il maxi sbarco, come già anticipato, non è stato l’unico della notte. Intorno all’1.30, infatti, al molo Favaloro è giunta una motovedetta delle Fiamme gialle con 30 tunisini a bordo, tra cui 13 donne e un minore, rintracciati a circa 3 miglia dalla più grande delle Pelagie.

Diverse le carrette del mare intercettate tra ieri e oggi dalla Gdf a poche miglia da Lampedusa

Non solo. Un terzo gruppo di migranti, composto da 8 tunisini, invece, è stato soccorso sempre dai finanzieri a 4 miglia dall’isola. I migranti sono stati trasbordati e l’imbarcazione lasciata alla deriva. Sulle ultime due carrette del mare intercettate dalla Guardia di finanza a 3 e 2,5 miglia dall’isola viaggiavano, invece, rispettivamente 12 e 17 tunisini, tra loro anche 2 donne e 4 minori. E ancora una volta, tocca all’Italia aprire i porti. All’isola di Lampedusa in particolare, accogliere e farsi carico di migranti in costante arrivo sulle nostre coste. Che poi gli operatori sul campo, smistano in hotspot al collasso endemico da troppo. Il bollettino degli sbarchi, da noi, non conosce sosta: mentre la Ue volte lo sguardo da un’altra parte. E i paesi che affacciano sul Mediterraneo, interessati dalla tratta e coinvolti dalle Ong, sbarrano la strada del mare e serrano i porti. A doppia mandata…

 

Leggi la notizia su Il Secolo D’Italia

L'articolo Sbarco choc a Lampedusa: un peschereccio scarica quasi 700 clandestini sull’isola. E Lamorgese se ne fotte (Video) proviene da Rassegne Italia.