Nettuno, assume un 30enne straniero: lui strangola il suo cagnolino e la tempesta di botte per 15 minuti

Da Il Granchio – È una storia terribile quella che ha visto protagonista una donna di cinquant’anni di Nettuno che è stata massacrata di botte da un uomo che lavorava per lei; durante il pestaggio le ha anche strangolato il cagnolino. Tutto è iniziato nel pomeriggio nella zona del santuario a Nettuno quando l’uomo, un bulgaro di circa trent’anni, è salito sul furgone della donna; forse avevano un appuntamento per chiarire il rapporto di lavoro.

Fatto sta che l’uomo con inaudita violenza le ha sottratto il volante e si è messo alla guida del furgone in direzione di Campoverde. Una corsa folle durante la quale ha strangolato il cagnolino della donna e quindi ha iniziato a colpirla ripetutamente a pugni e schiaffi.

Un pestaggio vero e proprio che è andato avanti per 15 minuti; arrivati all’altezza di Campoverde, sul territorio del Comune di Aprilia, la vittima ha avuto la forza di aprire lo sportello del furgone e di gettarsi in mezzo alla strada.

L’uomo ha fermato il mezzo per cercare di riportarla a bordo, ma è stato affrontato da un carabiniere fuori servizio che aveva assistito alla scena. Il cittadino bulgaro ha cercato di aggredire anche il militare. Quindi è risalito sul mezzo e si è allontanato lasciando la donna priva di sensi sull’asfalto.

Immediatamente è scattato l’allarme. La sua fuga è durata poco: dopo alcuni minuti di inseguimento il cittadino bulgaro è stato intercettato da un’auto del nucleo radiomobile dei carabinieri di Aprilia che lo ha fermato ed arrestato dopo una violenta colluttazione. La donna è stata trasferita in ambulanza e ricoverata in codice rosso all’ospedale Santa Maria Goretti di Latina.

Leggi la notizia su Il Granchio

L'articolo Nettuno, assume un 30enne straniero: lui strangola il suo cagnolino e la tempesta di botte per 15 minuti proviene da Rassegne Italia.