La schifosa speculazione dei media di regime. 39enne muore di miocardite, gli sciacalli: “Era una No-Vax”

Di Miriam Gualandi“Donna di 39 anni e no-vax covinta muore”. “Donna no vax muore a 39 anni”. “Mamma no vax muore di Covid a 39 anni: grave anche la madre”. Sono solo alcuni dei titoli di giornale che riportano il tragico decesso di Agnese Beatrici, 39enne della Provincia di Brescia deceduta il 3 settembre scorso, apparentemente a causa del Coronavirus.

Si fa presto a dare giudizi quando l’obiettivo è creare esempi negativi, quei modelli da non imitare perché poi si finisce così, con la morte. In realtà è tutto un gioco di algoritmi, di clickbait come si chiamano in linguaggio tecnico. Le parole chiave “no vax” e “morte” ci sono sempre nei titoli che vi abbiamo indicato, perché sono quelle che spingeranno più in alto gli articoli, faranno più click, verranno indicizzati meglio e alla fine della fiera garantiranno la pubblicità al quotidiano di turno.

Dietro quei numeri, però, c’è una famiglia, c’è una mamma che è morta, ha lasciato due bambini piccoli e le cause della morte non sono ancora del tutto chiare. A portare alla luce un’altra verità è il quotidiano L’Informazione Libera, tramite la testimonianza della sorella della donna. Innanzitutto la causa del decesso non è ancora chiara, gli stessi familiari non hanno preso visone delle cartelle cliniche e hanno richiesto la disposizione dell’autopsia.

In secondo luogo, come molti media hanno riportato, non c’è alcuna certezza che la donna abbia contratto il Coronavirus dopo una vacanza con la famiglia, né che sia quella la causa del decesso, da rinvenire forse in una miocardite fulminante non diagnosticata. Piuttosto bisognerebbe indagare l’intempestività delle diagnosi che hanno portato ad aggravare il quadro clinico di Agnese. Sempre secondo quanto riportato dal quotidiano, il medico di base della donna le aveva diagnosticato una bronchite, sbagliando.

Arrivata inizialmente all’ospedale di Esine, sempre in provincia di Brescia, il personale medico ha constatato la gravità della situazione predisponendo il trasferimento urgente della donna presso il nosocomio di Brescia, secondo ospedale d’Europa per dimensioni. Da lì la donna è stata poi trasferita di nuovo al San Raffaele di Milano, dove è arrivata in condizioni disperate ed è morta.

La famiglia è in attesa di ricevere tutte le cartelle cliniche e il diario infermieristico di tutte le strutture ospedaliere coinvolte, per verificare con medici e legali tutti i protocolli e l’iter seguiti dai diversi staff coinvolti.

Leggi la notizia su Byoblu

L'articolo La schifosa speculazione dei media di regime. 39enne muore di miocardite, gli sciacalli: “Era una No-Vax” proviene da Rassegne Italia.