Cacciari sfida Draghi: “Renda il vaccino obbligatorio, ma si prenda la responsabilità in caso di morte e disabilità”

Di Alberto Maggi “E’ inutile rendere il vaccino obbligatorio per alcuni comparti, come la scuola, e per altri no. E non serve nemmeno mettere bandierine come hanno fatto Fratelli d’Italia e la Lega con l’emendamento votato alla Camera”, afferma ad Affaritaliani.it l’ex sindaco di Venezia Massimo Cacciari, parlando dell’iter del Decreto Green Pass a Montecitorio (e non solo).

“Come ho già detto molte volte, ritengo che non sia giustificata e giustificabile l’obbligatorietà del vaccino, ma laddove si decida che tutti devono essere vaccinati a prescindere allora facciano una legge tassativa senza alcuna ipocrisia. E chi obbliga i cittadini a un trattamento sanitario obbligatorio poi deve anche assumersene la responsabilità delle conseguenze. Ovvero prevedere risarcimenti per eventuali casi di morte o disabilità derivanti dalla vaccinazione imposta dallo Stato”.

“Sono completamente in disaccordo con Pd e Centrosinistra su questo tema, ma a questo punto facciano una legge, senza ipocrisia, e se ne assumano la responsabilità. Poi mi rivolgo ai giuristi affinché spieghino in base a quale interpretazione della Costituzione si può introdurre l’obbligatorietà a un trattamento sanitario laddove non viene garantita un’informazione completamente trasparente e laddove non si spiegano in modo chiaro quali sono le possibili conseguenze per chi si sottopone alla vaccinazione.

L’articolo della Costituzione che introduce la possibilità del trattamento sanitario obbligatorio – spiega ancora Cacciari – molto chiaro, per farlo serve una perfetta informazione e una certezza  conoscenza delle possibili conseguenze gravi. Questa è sempre stata la giurisdizione. Poi se chi governo decide diversamente, avendo il potere e la facoltà di farlo, poi però se ne assume in pieno la responsabilità se la democrazia in Italia continua a esistere. Penso anche che i movimenti di destra, a questo punto, per strappare qualche voto a destra e a manca stanno diventando patetici”.

Poi Cacciari, commentando l’arrivo della terza dose e la quarta che stanno già programmando in Israele, afferma: “Andremo avanti a vaccinarci tutta la vita. Se hanno deciso che l’unico criterio per dichiarare terminata l’emergenza è zero persone in terapia intensiva, zero contagiati e zero malati ci vaccineremo per tutta la vita”. E infine una triste considerazione sull’Unione europea che continua a muoversi senza alcun tipo di coordinamento: “Ogni Paese va avanti per i fatti suoi. Il Covid e il vaccino sono l’ennesimo esempio di un’Europa che non esiste”.

Leggi la notizia su Affari Italiani

L'articolo Cacciari sfida Draghi: “Renda il vaccino obbligatorio, ma si prenda la responsabilità in caso di morte e disabilità” proviene da Rassegne Italia.