I trafficanti norvegesi della Geo Barents stanno per scaricarci altri 322 clandestini: “Lamorgese dove sei?”

Lamorgese dove sei?”. Nuova tappa della Via Crucis del ministro degli Interni Luciana Lamorgese. Un’estate complicata che Matteo Salvini sottolinea senza pietà un giorno sì e l’altro pure: “Rave party con morti e feriti che durano giorni, orde di baby gang che terrorizzano da tempo la riviera romagnola e non solo”.

Il predecessore della Lamorgese al Viminale fa riferimento alla vergogna di Viterbo, con il rave abusivo su terreni privati occupati illegalmente sul lago di Mezzano per 5 giorni. Un ragazzo morto, affogato nelle acque. Diversi ricoverati per overdose. Droghe, alcol, degrado, sporcizia, le pecore che pascolavano nei terreni sparite per la paura o sbranate dai cani dei partecipanti.

Tutto mentre i proprietari, gli abitanti e le istituzioni locali fin dal primo giorno avevano sollevato la questione. E poi l’ordine pubblico, con l’ondata di furti e aggressioni che quest’anno, ancora più delle scorse stagioni, sta tormentando i turisti a Rimini e dintorni.

Ma l’allarme è anche relativo ai migranti. In attesa della ondata di profughi e rifugiati dall’Afghanistan (e dell’arrivo di quelli clandestini, attraverso il confine Nord Orientale), Salvini suona la sveglia alla ministra su quanto sta accadendo nel Mediterraneo, nell’indifferenza generale. Sarà ancora la “carica delle Ong“: “Dopo navi francesi e tedesche, oggi una nave con bandiera norvegese lascerà 322 immigrati in Italia. Lamorgese, dove sei?”, accusa il leader della Lega riferendosi alla vicenda della Geo Barents, diretta verso Augusta.

Leggi la notizia su Libero Quotidiano

L'articolo I trafficanti norvegesi della Geo Barents stanno per scaricarci altri 322 clandestini: “Lamorgese dove sei?” proviene da Rassegne Italia.