Como, difende un’amica schiaffeggiata senza motivo da un tunisino: 52enne sfregiato a bottigliate in faccia

Da La Provincia Interviene per difendere una ragazza della sua compagnia, ferito al volto da una bottigliata. È stato qualcosa di più di un movimentato fine settimana quello che nella note tra sabato e domenica ha visto a più riprese l’intervento dei sanitari e delle forze dell’ordine per due aggressioni su cui sono tutt’ora in corso le indagini.

In particolare, a vedersela brutta è stato Basilio Pitzalis 52 anni di Lomazzo, che al termine della serata trascorsa con alcuni amici in un bar nella zona di via Veneto/ Via Toti, mentre cercava di difendere una ragazza che era con loro, è stato aggredito da uno straniero.

«Era circa mezzanotte e mezzo, assieme ad alcuni amici stavamo uscendo dal bar quando uno straniero, che conoscevamo soltanto di vista, ha improvvisamente schiaffeggiato senza alcun motivo una ragazza che si trovava con noi – racconta il lomazzese, che è tra i componenti del locale gruppo del Controllo di vicinato lomazzese – Io ho subito cercato di difenderla e di allontanare l’uomo che l’aveva aggredita, allora questi ha d’un tratto preso una bottiglia, tirandomela in testa. Procurandomi un profondo taglio, arrivato a un millimetro da un occhio, che ha richiesto 10 punti di sutura».

Nel giro di poco tempo sono intervenuti sul posto i volontari della Croce Azzurra di Cadorago e i carabinieri, che hanno come le indagini su quanto avvenuto. Il ferito, che perdeva molto sangue, è stato medicato sul posto e poi trasportato in ospedale a Tradate.

Sotto choc anche la giovane, residente nel comprensorio, presa di mira dallo straniero che aveva soltanto intravisto qualche volta e che l’ha quindi schiaffeggiata senza alcun motivo. Nel parapiglia che ne è seguito la giovane, che a propria volta sporgerà denuncia, non ha più trovato la borsetta che conteneva i documenti e altri effetti personali.

Poco prima nella stessa zona altro intervento del 118 un’ambulanza della Croce Rossa di Lomazzo era intervenuta per soccorrere un uomo di 44 anni ,di origini tunisine e residente in paese, che presentava ferite da taglio non gravi e traumi da percosse rimediate nel corso di una lite. L’uomo è stato portato al pronto soccorso dell’ospedale di Saronno in condizioni non preoccupanti per le cure del caso.

Leggi la notizia su La Provincia

L'articolo Como, difende un’amica schiaffeggiata senza motivo da un tunisino: 52enne sfregiato a bottigliate in faccia proviene da Rassegne Italia.