Bolsonaro aveva ragione, il voto elettronico è inaffidabile: attacco hacker al sistema elettorale brasiliano, 3 arresti

Da Sputnik NewsSecondo le forze dell’ordine, sono stati evitati danni alla “sicurezza sistema elettorale”. L’Agencia Brasil ha riferito che a seguito di un’operazione di polizia contro un gruppo accusato di aver preso parte ad un attacco informatico contro il Tribunale superiore elettorale sono state arrestate 3 persone ed effettuati 5 mandati di perquisizione e sequestro.

Gli arresti e i blitz degli agenti di polizia sono stati effettuati nelle città di San Paolo e Araçatuba con l’autorizzazione del Foro federale di Brasilia, su richiesta della polizia federale. Contro gli indagati pendono le accuse di violazione di dispositivi elettronici e associazione a delinquere. L’operazione scaturisce da un’inchiesta lanciata dal presidente del Tribunale superiore elettorale Luis Roberto Barroso dopo un cyber-attacco subito lo scorso 1° giugno.

La polizia federale ha chiarito in una nota che “non sono stati identificati elementi che avrebbero potuto danneggiare la sicurezza del sistema elettorale”. Il capo di Stato brasilian Jair Bolsonaro ha sostenuto che le prossime elezioni presidenziali, che si svolgeranno nel 2022, non sono affidabili per la possibile violazione del voto elettronico.

Leggi la notizia su Sputnik News

L'articolo Bolsonaro aveva ragione, il voto elettronico è inaffidabile: attacco hacker al sistema elettorale brasiliano, 3 arresti proviene da Rassegne Italia.