Il governo si piega alle minacce della Ocean Viking, Lamorgese spalanca il porto di Augusta a 572 clandestini

Da SputnikNews – Il Governo italiano ha assegnato il ‘porto sicuro’ per far sbarcare i 572 migranti, tra questi 183 minori e due disabili, della nave Ocean Viking appartenente alla ONG francese Sos Mediterranée. Sarà il porto di Augusta, nella Sicilia orientale. “Domani il tempo peggiorerà”, aveva lamentato Luisa Albera, coordinatrice Ricerca e soccorso della ONG a bordo della nave, “e se non si trova una soluzione entro stasera, la Ocean Viking dovrà cercare riparo a est della Sicilia domani”.

Non meno allarmati erano stati i post ufficiali apparsi sui profili social dell’Organizzazione dove veniva sottolineata la serietà della situazione a bordo.

In conclusione il Governo italiano ha definito quale porto sicuro quello di Augusta e i 572 migranti recuperati in diverse operazioni al largo della Libia, e nella zona Sar maltese, lì verranno sbarcati.

Precedenti della Ocean Viking

Non è questa la prima missione della nave appartenente alla ONG francese. In precedenza, nell’agosto del 2019 la Sos Mediterranée rispose ad un appello del network telefonico Alarm Phone, il quale rilanciava l’allarme per un’imbarcazione in difficoltà tra la Libia e Malta. La Ocean Viking si diresse nel punto indicato in cui si trovava il barcone e caricò a bordo 80 migranti. Nei giorni successivi vennero svolte altre tre azioni simili per un totale di 356 persone accolte a bordo.

L’allora ministro dell’interno Matteo Salvini negò l’accesso alla Ocean Viking in Italia, ma anche Malta in un primo momento negò i suoi porti.

Dopo circa una settimana nel Mediterraneo centrale, la Sos Mediterranée rispose negativamente ad un’offerta di attracco in Libia da parte delle autorità di Tripoli perché quei porti ritenuti non sicuri. Alla fine fu Malta ad autorizzare l’approdo, rassicurata dalle proposte europee di redistribuzione dei migranti a bordo.

Appena un mese dopo la Ocean Viking recuperò altri 50 migranti da un barcone in difficoltà e poi altri 34 da un veliero. Nel frattempo in Italia era cambiato il governo – Giuseppe Conte presiedeva il Consiglio dei ministri ma questa volta a capo dell’alleanza M5S-PD e da Roma infatti arrivò presto il consenso allo sbarco a Lampedusa anche se solo dopo la promessa di una ripartizione degli 84 migranti a bordo fatta dalla UE.

Leggi la notizia su SputnikNews

L'articolo Il governo si piega alle minacce della Ocean Viking, Lamorgese spalanca il porto di Augusta a 572 clandestini proviene da Rassegne Italia.