Fermo, straniero semina il panico: sfascia le auto e aggredisce i passanti. L’ira dei cittadini: “Dovete fermarlo”

Di Massimiliano Viti –  MONTE URANO –  Semina il panico nella zona dei Giardini pubblici dove è in corso una manifestazione. Arrivano i carabinieri che riescono a bloccarlo. Dopo alcune ore, l’uomo, di origini straniere, viene caricato sull’ambulanza come paziente Tso-Trattamento sanitario obbligatorio. L’uomo sarebbe già conosciuto alle forze dell’ordine perché da mesi crea scompiglio in paese.

Da tempo gli esercizi commerciali denunciano episodi violenti o minacce da parte dell’uomo. Anche sua madre, che viveva con lui, è stata allontanata. Secondo le testimonianze raccolte, erano circa le 21 di domenica quando l’uomo ha cominciato a mandare in frantumi gli specchietti delle auto parcheggiate nei pressi dei Giardini pubblici.

Poi è entrato nella gelateria Mon Amour chiedendo alcolici ma dopo il rifiuto del personale, con un balzo, ha scavalcato il bancone e ha prelevato una bottiglia di un superalcolico che ha successivamente spaccato. Ha inveito e minacciato i passanti. Il tutto mentre nello spazio dei Giardini si stava svolgendo l’esibizione degli allievi della scuola di musica Musiquario. L’arrivo dei carabinieri e il Tso hanno messo fine alla scorribanda del giovane.

«La presenza di quest’uomo scoraggiava le persone ad uscire» commenta Alessandro De Blasi, titolare di Mon Amour che prosegue: «Per poter lavorare in tranquillità e garantire la sicurezza nel mio locale sono stato costretto a rivolgermi ad un’azienda privata di sorveglianza che avrebbe dovuto iniziare oggi (ieri per chi legge ndr). Ora viviamo nell’incubo che tra qualche giorno possa tornare a gettare scompiglio in paese» termina De Blasi che lamenta anche l’assenza di sicurezza durante una manifestazione pubblica a poca distanza dalla residenza dell’uomo.

Già all’inizio del mese, Simone Andrenacci, titolare del Caffè La Piazza, aveva denunciato episodi identici (si presume con lo stesso soggetto protagonista domenica sera) che si ripetevano da un paio di mesi. «Da quando questa persona ha cominciato a creare problemi in paese, ci siamo subito attivati, allontanando da casa la madre» è il commento che la sindaca Moira Canigola ha affidato a una nota stampa.

«È un caso molto complesso – prosegue – monitorato costantemente unitamente alle forze dell’ordine preposte. Come amministrazione stiamo facendo tutto il possibile». Canigola, che si dice «dispiaciuta soprattutto i più piccoli» che hanno assistito alla scena, si è immediatamente recata sul posto e, dietro indicazione dei medici competenti, ha firmato il Tso.

«E’ giunto il momento di dire basta e che chi di dovere si prenda finalmente le sue responsabilità. Basta scaricabarile, basta declino di responsabilità» è invece il commento della lista civica di opposizione Cambiamo Musica che stigmatizza l’attendismo dell’amministrazione comunale: «Preferisce attendere che succeda qualcosa di eclatante per passare ai fatti».

Leggi la notizia su Corriere Adriatico

L'articolo Fermo, straniero semina il panico: sfascia le auto e aggredisce i passanti. L’ira dei cittadini: “Dovete fermarlo” proviene da Rassegne Italia.