COVID19, ANCHE LA MUTAZIONE EPSILON, RESISTE AI VACCINI....VEDIAMO IL PERCHE' ATTRAVERSO IL PARERE DELLA DOTT.SSA BOLGAN E DELLA RIVISTA NATURE

 

L’obiettivo dell’immunità di gregge a settembre è di fatto sfumato dopo l'affermazione che le nuove varianti resistono ai Vaccini.

Con essa è svanita anche l’unica motivazione robusta a sostegno del D.L. 41-2021 che ha imposto l’obbligo di vaccinazione agli operatori sanitari ponendo la salute pubblica come prioritaria rispetto alla propria libertà di scelta terapeutica sancita dalla Costituzione Italiana, nonostante centinaia di migliaia di reazioni avverse, anche gravi e letali, scatenate dai quattro vaccini antiCovid sperimentali.

LE VARIANTI CHE NEUTRALIZZANO GLI ANTICORPI

L’insorgenza delle varianti Delta (quella indiana) ed Epsilon (californiana per ora poco diffusa in Europa) sviluppate dal Covid-19 nelle sue mutazioni sta già facendo aleggiare lo spettro di una terza somministrazione quanto quello di una vaccinazione di richiamo annuale.

«L’efficacia dei vaccini Moderna e Pfizer in relazione alla versione “californiana” di SARS-CoV-2, denominata Epsilon, diminuisce del 50-70%.  La mutazione del coronavirus Epsilon trovata in California ha imparato ad aggirare gli anticorpi. La ricerca degli scienziati dell’Università di Washington e del laboratorio Vir Biotechnology è stata pubblicata sulla rivista Science (link su articolo originale in fondo pagina)».

Grazie a queste metamorfosi, il coronavirus ha “imparato” a neutralizzare gli anticorpi monoclonali che si formano dopo essere stati immunizzati con i vaccini Pfizer e Moderna...Continua su Articolo Originale...