Avvocatura dello Stato ammette: "tutti i Deceduti Positivi sono stati ( e sono ancora) Conteggiati come “Morti Covid”, i dati sono stati gonfiati a dismisura !

 


Noi lo dicevamo dall’inizio, ma finalmente ora arriva la conferma.

Come in tutte le cose che hanno riguardato e continuano a riguardare la pandemia Covid, l’assenza totale (interessata) di trasparenza da parte dei governi Conte prima e Draghi poi è il male peggiore.

E così adesso si scopre che effettivamente i dati sui morti reali di Covid in Italia erano gonfiati a dismisura.

La rivelazione non fa altro che confermare quanto sempre ipotizzato sulle morti eccessive in Italia rispetto a tutti gli altri Paesi.

Da dove arriva la conferma? Direttamente da parte dell’Avvocatura di Stato.

Il problema, come detto fin dall’inizio, è stato nella modalità di conteggio dei morti CON covid o PER covid.

L’avvocatura di Palazzo Chigi e del ministero della Salute si è lasciata sfuggire un’ammissione esplosiva.

Come riportato da Il Giornale, in Italia – scrivono gli avvocati – i dati registrano tra le vittime di covid “tutti coloro i quali avevano il virus al momento del decesso e non, come avviene “negli altri Paesi”, solo “coloro i quali sono deceduti a causa del virus stesso”.

Tradotto: qualsiasi persona deceduta per altre cause, tumore, leucemia, infarto, se trovato positivo al tampone, è stato dichiarata in Italia morta dI Covid.

Che aggiungere se non che (noi) ve lo abbiamo sempre detto :) ...Continua su Articolo Originale...