Vi sembra realmente possibile un Ritorno alla Normalita' Pre-Covid? ... Aprite gli occhi una volta e per tutte !

 

Prendo spunto dalle ultime notizie da Israele, il paese perfetto per poter trarre delle conclusioni attendibili, dato che ha “vaccinato” la quasi totalità della popolazione.

Alla fine la principale arma di persuasione, per quella che troppo impropriamente si definisce “vaccinazione” ― ricordiamo che si tratta di farmaci sperimentali che posseggono la sola autorizzazione alla messa in commercio emergenziale e solo perché giuridicamente, e in maniera forzata, si è stabilito che non esistano cure, invece ampiamente note ― è che tutti vorrebbero tornare a vivere normalmente.

Necessitano alcune premesse, la prima è che si sta accettando un farmaco che terminerebbe la sua sperimentazione, qualora tutto andasse liscio, almeno nel 2023. Bisognerebbe quindi valutare il rischio del SARS-CoV2, ed è un rischio che, a detta di John Ioannidis, è un filino più basso di quello dell’influenza stagionale ― sparita per la prima volta nella storia dell’intera umanità.

Una postilla, sotto i settant’anni il rischio non è zero, semplicemente non esiste, non è quantificabile, si corre un rischio assai maggiore di essere divorati da uno squalo bianco mentre si cammina a Piazza del Popolo… Fumando un sigaro...Continua su Articolo Originale...