Immuni Covid per Natura, chi sono/ Lo studio: protetti da un surplus di Interferone? Intervista al Prof. Novelli (VIDEO)

 

Immuni Covid per natura, esistono veramente? La risposta è “sì” .

Ma com’è possibile che esistano persone in grado di vivere sotto lo stesso tetto insieme a malati Covid, mangiando e addirittura dormendo accanto a loro, oppure di lavorare gomito a gomito con individui positivi senza essere contagiati dal Coronavirus?

È quanto sta provando  uno studio internazionale guidato dal genetista italiano Giuseppe Novelli, direttore del Laboratorio di Genetica Medica dell’Università di Roma Tor Vergata, in collaborazione con 250 laboratori mondiali, coordinati dalla Rockefeller University di New York.

Esiste una sorta di barriera invisibile, non tangibile ma estremamente efficace, che rende vano ogni assalto del virus contro questi individui. Lo stesso Novelli, ai microfoni di Business Insider, ha precisato che l’obiettivo è quello di fare chiarezza su come Sars-CoV-2 operi e che tipo di risposta immunitaria inneschi, al fine di sviluppare terapie più efficaci. È l’ultimo, ma decisivo passo che la scienza può compiere”.

In pratica e' come dire:"ma perche' state ancora studiando i malati...e non chi NON si ammala?"

I ricercatori si sono resi conto che determinate persone, nonostante fossero fortemente esposte al contagio, non soltanto non sviluppassero alcuna sintomatologia, ma risultassero anche negativi alla ricerca del virus mediante tampone nasofaringeo e con il metodo anticorpi su siero. “Abbiamo quindi estratto il loro DNA – prosegue Novelli –. Grazie alle moderne tecniche di sequenziamento è possibile leggere la nostra libreria genetica lettera per lettera e individuare varianti del DNA che possano conferire questa particolare immunità alle infezioni”.

Non vogliamo aggiungere altro, se non lasciarvi al VIDEO dell'intervista al Prof Novelli.