Estate con il Coprifuoco in Italia. Turisti: “Vorrà dire che ce ne andremo in Spagna” - Ecco perche' il Coprifuoco non va spostato, ma abolito !

 


Estate col Coprifuocola protesta di una turista: “Meglio andare in Spagna”. Il nuovo decreto sulle riaperture, firmato dal premier Mario Draghi, su proposta dell'inetto Ministro Speranza, include tra le restrizioni per il contenimento della pandemia il coprifuoco dalle 22 che dovrebbe essere esteso fino al 31 luglio.

L'Inetto Speranza rispondendo alle regioni – che chiedevano il coprifuoco esteso alle 23 (cosa che cmq non avrebbe risolto per 1 ora le problematiche) – ha confermato che la ristorazione fino al 1 giugno potrà avvenire all’aperto sia a pranzo che a cena e solo fino alle 22 nelle zone gialle. Nei ristoranti si potrà mangiare anche al chiuso solo dal primo giugno ma solo fino alle 18.

Regole che però non piacciono ai potenziali vacanzieri che stavano per scegliere la Riviera per le ferie tanto che annunciano di stare considerando altre mete per le vacanze. “Avevamo intenzione di prenotare a luglio due settimane a Rimini – spiega Giulia 50 anni – ma apprendiamo che sarà prolungato il coprifuoco fino al 31. Quindi dovremo starcene tappati in camera dalle 22:00? A malincuore dovremo optare per la Spagna.

Soluzioni alternative, quindi, per i potenziali turisti che eviteranno di trascorrere le vacanze d’estate col coprifuoco in Italia a beneficio delle località straniere.

“Ho sempre rispettato le regole ma anche io adesso dico basta” prosegue Giulia, oramai ferma nella sua decisione di dirottare le valigie, che allo stesso tempo considera anche che “Si incoraggia la gente a fare attività all’aperto ma poi dalle 22:00 la si rinchiude all’interno? Ma chi è che in estate in Riviera romagnola è pronto a rinchiudersi alle 22:00 in camera con dei bambini?.

Ora, lasciando perdere che gia' si lamenta del Coprifuoco una persona di mezza eta' che deve fare le vacanze, figuriamoci i giovani che, mai e poi mai andranno in vacanza in un posto dove dovrebbero rincasare, ancor prima di quando in tempi normali uscivano.

In tal senso infatti, anche l'eventuale spostamento di 1 o 2 ore dell'attuale Coprifuoco, non servirebbero pressocche' a nulla per convincere il turista a venire in Italia.

In estate la gente piu' matura va a cenare alle 21.00, alle 22.30 fanno la passeggiata e vanno a prendere un gelato, per rincasare tra l' 1 e le 2.

I giovani escono dopo la mezzanotte per rincasare senza orario.

Il Coprifuoco pertanto va assolutamente abolito se si vuol vedere un barlume di turismo in Italia.