Covid e Norimberga2, commessi Crimini imperdonabili. Piu' di 1000 Avvocati e 10.000 Medici stanno gia' operando per aprire dei Processi


«E’ prevista la pena di morte, per chiunque cerchi semplicemente di infrangere i Codici di Norimberga».

Nel silenzio più assordante, sono partiti i procedimenti legali per Crimini contro l’Umanità nei confronti di Cdc, Oms e del Forum di Davos.

Il celebre avvocato tedesco Reiner Fuellmich – scrive “Truth11.com” – guida un team composto da 1.000 avvocati e addirittura 10.000 medici di tutto il mondo».

L’accusa: la campagna-Covid condotta a livello planetario costituisce un attacco ai diritti umani, un crimine contro l’umanità e una grave violazione del Codice di Norimberga, nato dalle carte dei processi che si svolsero al termine della Seconda Guerra Mondiale nella Germania nazista e in particolare da quelle del cosiddetto “Processo ai dottori”, contro i medici nazisti che avevano perpetrato torture e sperimentazioni disumane contro innocenti in numerosi campi di sterminio, tra cui quelli di Auschwitz e Birkenau.

Secondo i 1.000 legali e i 10.000 medici ora coordinati dall’avvocato Fuellmichsiamo di fronte alla più grave ed evidente violazione di tutti i punti-cardine del Codice di Norimberga.

In sintesi: «Una prima accusa è di frode, per l’utilizzo improprio dei test Pcr (tamponi) con numeri di cicli inappropriati, con un 90% di casi Covid che vengono così invalidati». 

Altra frode, secondo legali e scienziati, «per le diagnosi di morte associate falsamente al Covid-19».

Poi si denuncia la aperta violazione dell’articolo 32 della Convenzione di Ginevra del 1949, sull’utilizzo di vaccini sperimentali, visto che il documento vieta «gli esperimenti medici o scientifici non necessari».

Gli avvocati menzionano anche l’articolo 147: è proibito «condurre esperimenti biologici su persone». Per lo staff di Reiner Fuellmich, sono stati infranti tutti i 10 punti-chiave del Codice di Norimberga...Continua su Articolo Originale...