I sindacato di polizia Adp: “Stop al vaccino AstraZeneca/Vaxzevria, non è sicuro per tutti”

Stop al vaccino Astrazeneca, ora chiamato Vaxzevria, è la richiesta degli Autonomi Di Polizia. Le valutazioni espresse dall’agenzia italiana del farmaco e dall’Ema, sul numero esiguo di morti riconducibili al vaccino lasciano sbigottiti l’ADP. Dietro una morte c’è una famiglia che piange e probabilmente anche dei figli in tenera età che non rivedranno più il proprio padre o la propria madre. La confusione creata certamente non è addebitabile ai cittadini il cui vaccino nella prima ipotesi era stato indirizzato a chi aveva meno di 55 anni mentre adesso se ne raccomanda l’utilizzo al di sopra dei 60.

In tutta questa situazione, i poliziotti italiani che hanno risposto positivamente anche sollecitazioni e alle indicazioni del Dipartimento di Pubblica Sicurezza ( circa 70 mila ) ora sono preoccupati per la somministrazione della seconda dose nonostante le rassicurazioni sulla mancanza di controindicazioni ad ultimare il ciclo vaccinale.

Le stesse controindicazioni date anche mesi addietro che poi hanno portato alla morte di taluni colleghi. Sarebbe stato difficile utilizzare un altro vaccino così come accaduto per i sanitari chiede il Segr. Generale ADP Maiorana? Viste le difficoltà a raggiungere i 500 mila vaccinati al giorno era difficoltoso utilizzare le altre scorte di vaccini tra cui le ultime di Moderna e Johnson si chiede ancora il sindacato ADP che proprio alcune settimane fa aveva chiesto lo stop al vaccino astrazeneca poiché non sicuro per tutti?

Roma, lì 09 aprile 2021

La Segreteria Nazionale ADP

L'articolo I sindacato di polizia Adp: “Stop al vaccino AstraZeneca/Vaxzevria, non è sicuro per tutti” proviene da Rassegne Italia.