Foggia, positivi al covid dopo il doppio vaccino. Chiesta indagine: “Bisogna capire l’efficacia sulla copertura”

Da Foggia Today – Alla luce della nuova pesante impennata di contagi dovuta alla “terza ondata” di Covid 1 nella Provincia di Foggia ed in considerazione del riscontro di positivi tra coloro i quali avevano completato il ciclo vaccinale, per cui si presumeva il raggiungimento della piena copertura immunologica, questa organizzazione sindacale Fsi-Usae Foggia chiede di avviare urgentemente un’indagine siero-epidemiologica per il dosaggio delle immunoglobuline (IgM e IgG) anti Sars-CoV-2, su tutto il personale, sia interno, sia esterno, che opera nella “ASL FG” e “Policlinico Riuniti”.

L’obiettivo da raggiungere mediante la rilevazione del titolo anticorpale anti-Sars-CoV-2, è valutare la circolazione del virus nelle strutture sanitarie Covid e non Covid, l’efficacia di tutte le misure di prevenzione messe in campo e permettere di capire se il risultato atteso è stato raggiunto o meno, ovvero se il vaccino sollecita la produzione di anticorpi e se offre una copertura efficace.

Come ampiamente ribadito, oggi più che mai, il personale del servizio sanitario regionale, impegnato su mille fronti, per garantire cure, assistenza e sicurezza dei pazienti, ha bisogno di operare con assoluta tranquillità e supporto e deve avere la certezza che la somministrazione della vaccinazione anti Covid 19 ha prodotto nei tempi previsti la piena immunità” conclude il segretario territoriale Achille Capozzi.

Leggi la notizia su Foggia Today

L'articolo Foggia, positivi al covid dopo il doppio vaccino. Chiesta indagine: “Bisogna capire l’efficacia sulla copertura” proviene da Rassegne Italia.