Dott. Zambon: “L’Oms non dirà mai la verità sull’origine del virus, impossibile. L’ipotesi del laboratorio resta in campo”

Da Massimo Giletti a Non è l’arena, su La7, torna il dottor Francesco Zambon. Dopo aver dedicato la scorsa puntata al caso Ranieri Guerra, il conduttore dedica anche la trasmissione di oggi 18 aprile alla questione del piano pandemico. L’ex funzionario dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e autore del dossier pubblicato per 24 ore e poi fatto ritirare dall’Organizzazione mondiale della Sanità avverte: “L’Oms non dirà mai la verità sull’origine del virus, non ha potere investigativo, non ha potere sanzionatorio. E’ impossibile che lo faccia“.

Origine del virus – E ancora, spiega Zambon: “E’ necessario avere più informazioni per valutare varie opzioni, che sono quattro: la prima è il passaggio dal pipistrello all’uomo, la seconda prende in considerazione un ospite intermedio, la terza l’arrivo in Cina attraverso cibi congelati e l’ultima, quella meno plausibile secondo la Cina, l’incidente in laboratorio. Questa è una ipotesi che rimane in campo“.

L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha cercato di spostare Zambon da Venezia in Bulgaria. “Posso solo dire che è vero e che” all’Oms “ho fatto causa”, aveva detto qualche giorno fa il ricercatore all’Adnkronos Salute, confermando quanto riportato dai media tedeschi. Zambon, interpellato sulle ultime dichiarazioni dell’Oms riguardo al report da lui coordinato, aveva anche raccontato di essersi dimesso dall’ufficio regionale Oms perché “non era più possibile stare dentro un ambiente in cui ero ormai isolato e sentivo tanta ostilità”.

Leggi la notizia su Libero Quotidiano

L'articolo Dott. Zambon: “L’Oms non dirà mai la verità sull’origine del virus, impossibile. L’ipotesi del laboratorio resta in campo” proviene da Rassegne Italia.