Vaccino, due carabinieri colpiti da emorragia cerebrale nel giro di poche ore. Uno è morto, l’altro è gravissimo

Da Non Solo Marescialli – Due carabinieri colti da emorragia cerebrale nel giro di poche ore. Uno in servizio a Udine e l’altro a Mantova. Emanuele Calligaris, Maresciallo Maggiore dei Carabinieri di 46 anni, in servizio al Comando Legione Friuli Venezia Giulia di Udine non ce l’ha fatta.L’altro, del quale non sono state rese note le generalità, è gravissimo.

Calligaris aveva iniziato a sentirsi male qualche giorno fa. Entrato la scorsa notte in urgenza per compromissione dello stato neurologico, la Tac cerebrale aveva riscontrato un’estesissima emorragia cerebrale. Ricoverato in terapia intensiva, le sue condizioni sarebbero peggiorate fino al decesso. Ricoverato in terapia intensiva, le sue condizioni sarebbero peggiorate fino al decesso.

Da quanto riporta “Il Friuli” , il militare era stato vaccinato il 4 marzo. Lascia la moglie e un figlio piccolo.

L’AsuFc: “Nessuna correlazione con la vaccinazione”

“L’emorragia cerebrale è purtroppo un evento abbastanza frequente nei pazienti che vengono ricoverati in terapia intensiva”, spiega in una nota l’Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale. “Anche in questi giorni ci sono stati altri decessi di pazienti affetti dalla medesima patologia”.

“Il paziente era stato vaccinato il 4 marzo con il vaccino Astra Zeneca. Sulla base delle informazioni in possesso dei clinici, allo stato attuale nulla si può affermare su un eventuale nesso di causalità tra i due eventi”, conclude AsuFc. Il militare viveva a Montegnacco di Cassacco con la moglie e il figlio piccolo.

Continua a leggere su nonsolomarescialli.it

 

L'articolo Vaccino, due carabinieri colpiti da emorragia cerebrale nel giro di poche ore. Uno è morto, l’altro è gravissimo proviene da Rassegne Italia.