Pure i Magistrati costretti a dare ragione a Salvini: “Soccorsi concordati con trafficanti di esseri umani”

Mentre Matteo Salvini rischia di essere processato con l’accusa di sequestro di persona per i casi Gregoretti e Open Arms, dalla Procura di Trapani arrivano notizie che il segretario leghista ci ha tenuto a sottolineare sui suoi profili social. È infatti stata chiusa l’indagine sulla nave della Ong tedesca “Iuventa” e le accuse sono davvero pesantissime, dato che parlano di soccorsi concordati con trafficanti di esseri umani e scafisti criminali. Sono state rinviate a giudizio più di venti persone tra comandanti, capimissione e legali rappresentanti di Ong.

“Una situazione insostenibile, la Lega lo denuncia da anni”, ha commentato Salvini che ha poi aggiunto: “Spero ora si vada fino in fondo. Gli italiani meritano di conoscere la verità”. Tre anni dopo il sequestro della prima nave umanitaria, i pm di Trapani hanno formulato accuse pesanti nei confronti di comandanti, capimissione e legali rappresentanti di “Save the children” e “Medici senza frontiere”: il reato ipotizzato è di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

“Medici senza frontiere” è stata molto critica con questa decisione della Procura di Trapani, dato che è arrivata quasi in contemporanea con quella del Gup di Catania, che ha rinviato a giudizio l’Ong per traffico illecito di rifiuti: “Le decisioni delle magistratura, a poche ore di distanza, allungano l’elenco dei numerosi tentativi di criminalizzare il soccorso in mare, che a oggi non hanno confermato alcuna accusa, ma che hanno pericolosamente indebolito la capacità di soccorso”.

Leggi la notizia su Libero Quotidiano 

L'articolo Pure i magistrati costretti a dare ragione a Salvini: “Soccorsi concordati con trafficanti di esseri umani” proviene da Rassegne Italia.