Danni Neurologici Irreversibili con la Didattica a Distanza ( DAD )

 


«Con i lockdown e la didattica a distanza abbiamo forzato i ragazzi alla dipendenza on-line».

Parola della neurologa Rosanna Chifari Negri che alla Bussola lancia l'allarme: «È il fenomeno dell’on-line brain  che colpisce il lobo frontale, sede della decisione, della strategia, che diventa atrofico e perde neuroni in modo irreversibile.

L’assottigliamento della corteccia vuol dire perdita neuronale. Non si riesce a fissare il ricordo. Tutti i ragazzi che vengono testati manifestano perdita di memoria e di attenzione e hanno anche psicopatologie sociali».

Ormai l’unico problema dell’universo si chiama SARS-COV-2 e per estirparlo non si bada più a nulla. Poco importa se i decessi per altre malattie sono aumentati, se l’economia è distrutta, se la povertà aumenta, se le manifestazioni, anche estreme, di problemi psichici originati o peggiorati dal lockdown sono sotto gli occhi di tutti.

Le normative in atto hanno la stessa “saggezza e lungimiranza” di una persona che, per uccidere una zanzara, inizia a sparare all’impazzata, noncurante di colpire cose, animali e persone. L’importante è uccidere la zanzara...Continua su Articolo Originale...