Campagna Terroristica dei Mass-Media sul Covid

 


Continua la devastante campagna terroristica dei Mass-Media sul Covid
che fa sbarellare perchè non si capisce: "a chi giova"?

Provoca solo danni indistinti e profondi sulla psicologia di massa, sull'economia etc.

In questi giorni siamo bombardati da titoloni: "mai così tanti morti dalla seconda Guerra Mondiale in 10mesi = 100mila in più" "le varianti covid colpiscono molto di più i giovani".

Visto che il 95% ormai legge solo i titoli, il risultato studiato a tavolino di 'sti titoloni è:

1. siamo in mezzo ad una specie di Seconda Guerra Mondiale
2. anche i giovani rischiano il kiulo con le varianti covid.

Se invece si usano i DATI e la razionalità di base al di fuori della psicosi indotta:

1. l'incremento dei decessi causato dal Covid è soprattutto una concentrazione nell'unità di tempo dei decessi di anziani già malati, che avevano comunque già una bassa aspettativa di vita (vedi tabella Istituto superiore di sanità allegata, qui la fonte https://www.epicentro.iss.it/coronavirus/sars-cov-2-decessi-italia).

E' tipico di questi di virus para-influenzali (questo pure più aggressivo) che come sempre spazzano la parte debole della popolazione, se NON viene protetta specificatamente come NON è stato fatto, e c'erano 100 modi per farlo.

Invece i giovani - che sono a rischio zero - tutti tappati in casa davanti ai tablet
mentre gli anziani .che sono a rischio 1000 - tutti in giro ogni santo giorno a prendersi mezzo etto di prosciutto, in coda alla posta, in coda a prendersi due ricette mediche, in farmacia etc.

2. Tra gli under 50 ci sono stati ad oggi circa 900 decessi su quasi 100mila decessi totali e su 60 milioni di abitanti, quasi tutti già con gravi patologie pregresse.
Dunque se sei under 50 rischi meno di Covid che di morire per un vaso in testa.

3. c'è stato un boom di decessi per altre cause come infarti tumori ictus etc visto che i reparti ospedalieri sono tutti dedicati al covid e/o le persone hanno il terrore di andare in ospedale o dal medico:
Vedrete dunque che, passato il covid, avremo una forte contrazione dei decessi medi sia per la "selezione naturale" attuata dal Covid sugli anziani malati senza che nessuno li proteggesse in modo mirato, sia per un ritorno alla normalità del sistema sanitario e di prevenzione.