Covid, Pasqua blindata a causa delle nuove misure: 400 milioni di euro in fumo per Ristoranti e Agriturismi


L’avanzare dei contagi Covid ferma gli spostamenti di un italiano su tre (32%) per visite a parenti e amici, gite fuori porta o vacanze durante le feste di Pasqua e Pasquetta. È quanto emerge da una analisi Coldiretti in riferimento alle nuove strette anticovid.

Una decisione pesante per la mobilità che riguarda il primo lungo weekend primaverile di festa che rappresenta anche l’occasione – sottolinea la Coldiretti – per le consuete gite fuori porta.

Un appuntamento importante che segna tradizionalmente l’inizio della stagione per molti degli 24mila agriturismi italiani che sono stati duramente colpiti dall’emergenza Covid con perdite che hanno raggiunto 1,2 miliardi di euro.

l lockdown di Pasqua costa peraltro oltre 400 milioni a ristoranti, pizzerie ed agriturismi con quasi 7 milioni di italiani che tradizionalmente quel giorno consumano il pranzo fuori casa, secondo la stima della Coldiretti.

Bilanci in rosso per ristoranti e agriturismi

A pesare sui bilanci della ristorazione sono anche le chiusure dei fine settimana primaverili che valgono in questo momento – sottolinea la Coldiretti – l’80% del fatturato già ridotto al minimo dallo smart working, dall’assenza di turisti e dalle chiusure forzate nelle zone a rischio che hanno devastato i bilanci e tagliato drammaticamente i livelli occupazionali ma le conseguenze si fanno anche sentire direttamente sui fornitori di cibi e bevande...Continua su Articolo Originale...