Triglie di Scoglio o di Fango ? Tante differenze, anche nel Gusto

 

Le triglie si suddividono in due tipologie differenti a causa del diverso habitat. Anche se le molte lische “scoraggiano”, sono tra i piatti preferiti di ogni gourmet. Meglio degustarle freschissime.

Una delle specie da me preferite, la triglia, una delle regine del pescato di mare. La triglia, questa sconosciuta. Ma perché "sconosciuta"?.

Perché, ancora oggi, molti acquistano triglie senza sapere se si tratta di varietà detta "di scoglio" oppure "di fango".

Hanno qualità e costi assai diversi. La triglia di scoglio è tipica dei fondi più rocciosi, in Italia nell'area tirrenica o siciliana, mentre la seconda, quella di fango, è quasi una esclusività del mare Adriatico. Per tale motivo, alcuni esperti sostengono che le differenze di gusto siano attribuibili solo all'habitat di provenienza.


Le caratteristiche identificative delle due diverse tipologie di triglie
La triglia di scoglio presenta 3-4 strisce longitudinali gialle, la fronte ha forma bombata non marcata; sollevando la prima pinna dorsale, la membrana che unisce i raggi presenta alcune strisce bianche e gialle; la lunghezza massima raggiunge i 40 cm circa; il colore rossastro è ben accentuato e, sotto la mandibola, sono presenti due barbigli...Continua su Articolo Originale...