Prime immagini da Perseverance su Marte

Questa non è un’illustrazione digitale: è una foto reale. State guardando un robot grosso come un’automobile mentre viene calato su Marte dalla gru volante a razzo che lo sta trasportando. Il robot è Perseverance, atterrato ieri, e l’inquadratura è presa da una fotocamera montata sulla gru e rivolta verso il basso.

La foto è stata ripresa mentre Perseverance era ancora appesa alla gru volante. Si notano le striature nel terreno prodotte dai getti dei razzi della gru che stanno spostando la polvere. I tre cavi rettilinei sono quelli che reggono il rover e lo calano dalla gru che rimane fermo a mezz’aria; il cavo spiralato è quello che trasporta i dati dalla gru a Perseverance. Se volete la versione a massima risoluzione, è qui

La foto qui sotto, invece, mostra Perseverance mentre è ancora appesa al paracadute che la sta portando verso il sito di atterraggio. L’immagine è stata scattata dalla fotocamera HiRISE montata a bordo della sonda orbitante Mars Reconnaissance Orbiter da una distanza di circa 700 chilometri, mentre MRO si spostava a circa 3 chilometri al secondo. La precisione e abilità necessarie per riuscire a sincronizzare e orientare un veicolo orbitante in modo che riesca a fotografare l’altro mentre sta scendendo -- e fare tutto questo su Marte -- sono straordinarie.


Questa (tratta da qui) è la prima immagine a colori ad alta risoluzione trasmessa da una delle telecamere montate a bordo di Perseverance:


Pensiamo un momento al fatto che riceviamo queste immagini da un altro pianeta, situato a duecento milioni di chilometri di distanza, e le vediamo tutti insieme su Internet grazie alla tecnologia creata dall’ingegno di tantissime persone di enorme talento.

Le immagini di Perseverance vengono pubblicate man mano a questi indirizzi: