Rovigo, marocchino ustiona la mano del figlio per punizione: indagato per maltrattamenti e allontanato da casa

Da Il Gazzettino – ROVIGO – Un uomo è stato denunciato per maltrattamenti, accusato di aver ustionato una mano del figlio appoggiandogli volutamente una forchetta incandescente. Gesto che avrebbe dovuto essere una punizione. Si tratta di un immigrato originario del Marocco residente ad Adria, sposato e padre di altri figli. La segnalazione al commissariato  di Adria era arrivata con una telefonata della sorella della moglie dell’accusato, che vive all’estero.

L’intervento degli agenti ha provocato l’azione della procura di Rovigo che ha ottenuto nei confronti dell’uomo un’indagine per maltrattamenti in famiglia, della misura cautelare di allontanamento da casa e di divieto di avvicinamento a moglie e figli.

La donna ha denunciato diversi soprusi da lei stessa subiti ed ha spiegato che il gesto della forchetta era stato la risposta del marito al fatto che il figlio aveva imbrattato i muri di casa. Tra gli altri soprusi, la donna ha riferito anche di un’altra ‘punizione’ subita da un’altra figlia, alla quale il padre in un’occasione avrebbe cosparso le labbra con del peperoncino.

Leggi la notizia su Il Gazzettino

L'articolo Rovigo, marocchino ustiona la mano del figlio per punizione: indagato per maltrattamenti e allontanato da casa proviene da Rassegne Italia.