Continuano le “purghe democratiche” di Twitter: cancellati 70.000 account di patrioti pro-Trump, ma si ritorce contro

Di – Twitter si compiace della propria purga, con account cancellati, bannati, in modo permanente, e nell migliore delle ipotesi limitati, “Più di 70.000 account siano stati sospesi“. Qual è la giustificazione? “Questi account erano impegnati nella condivisione su larga scala di contenuti dannosi  associati a QAnon ed erano principalmente dedicati alla propagazione di questa teoria del complotto attraverso i nostri  servizi“.

Con questa affermazione facciamo notare due punti:

  • a questo punto i seguaci di QAnon si sono, praticamente, autodenunciati, e questa sembra una delle più colossali false flag messa in atto nella storia;
  • su History Channel il 40% dei programmi è dedicato a teorie degli alieni o a improbabili tesori. Eppure nessuno ha mai affermato che Discovery channel, che lo possiede, sia in mano ad una élite che crede negli alieni. La libertà di pensiero e di parola si basa proprio sulla libertà di presentare spiegazioni alternative e lasciare che poi ciascuno creda in quell che gli sembra più verosimile. Sarà poi quella selezione darwiniana delle idee chiamata “Dura Realtà” a mostrare chi aveva torto o ragione.

Invece Twitter ha agito con la stessa delicatezza utilizzata da Stalin con i kulaki dopo la fine della NEP: è passato ed ha fatto fuori tutti, portando come vittima collaterale la libertà. Però i social nascono proprio per permettere l libertà di espressione: se la cancello distruggo il loro “Core Business”. Se ne è accorta Bank of America che ha fatto due conti…

Donald Trump aveva 88 milioni di follower su Twitter, il sesto account più seguito, e su Facebook aveva oltre 33 milioni di follower. Il conteggio dei follower del presidente Trump rappresenta il 47% degli utenti attivi giornalieri (DAU) di Twitter (anche se chiaramente non tutti i follower sono DAU), con il suo account che ha registrato una media di 34 Tweet al giorno nel 2020 (rispetto ai 21 del 2019).

Il report prosegue facendo notare che attaccare e cancellare sia Trump, sia le leadership GOP, sia molti utenti attivi viene a dare un colpo molto forte al core business di Twitter, con rischi di ricadute negative sula propri quotazione. Infatti le azioni di Twitter sono passate d 54 Usd a 48 USD in 5 giorni, con una perdita superiore al 10%. Non si può pensare di mandare via i clienti, o la merce, e aumentare il proprio utile. Va contro le regole base dell’economia aziendale

Come può recuperare un social ormai ideologicamente segnato? Aspettiamo una evoluzione stile l’”Unità” in Italia

leggi la notizia su Scenari Economici

L'articolo Continuano le “purghe democratiche” di Twitter: cancellati 70.000 account di patrioti pro-Trump, ma si ritorce contro proviene da Rassegne Italia.