Conte non vuole mollare la poltrona, Cdx all’attacco: “Si dimetta oggi stesso oppure venga subito a riferire in Aula”

Di Adolfo Spezzaferro – Roma, 14 gen – Il centrodestra chiede al premier Giuseppe Conte di andare subito in Parlamento a riferire sulla crisi di governo. Anche il presidente della Camera Roberto Fico annuncia la sospensione dei lavori dell’assemblea e che chiederà al premier di venire a riferire in Aula. E intanto tutta l’opposizione compatta chiede la sospensione dei lavori in Senato. In alternativa, dice Matteo Salvini, il premier “vada subito al Colle a dimettersi“.

Centrodestra: “Conte venga a riferire in Aula sulla crisi di governo”

L’opposizione reagisce alla crisi scatenata da Renzi, che ieri ha ritirato i suoi dall’esecutivo. “Conte deve venire a confrontarsi per capire se ha ancora una maggioranza parlamentare“, ha detto il capogruppo di Fratelli d’Italia Francesco Lollobrigida. “Se Conte non viene a riferire in Aula non siamo disponibili ad andare avanti con i lavori“, aggiunge il capogruppo della Lega Riccardo Molinari. Secondo Maria Stella Gelmini, capogruppo di Forza Italia, “è inspiegabile che Conte non avverta la necessità di venire in Parlamento a spiegare se esiste ancora un governo“. “Se non ha questa coscienza il presidente del Consiglio, deve averla il Parlamento”, ha aggiunto il capogruppo del Misto, Maurizio Lupi. “Bisogna sospendere i lavori e convocare una conferenza dei capigruppo“, ha aggiunto Lupi rivolgendosi al presidente della Camera.

Fico accoglie la richiesta unanime e sospende i lavori della Camera

Roberto Fico, dal canto suo, preso atto della situazione – con Conte in bilico che però ancora non si è dimesso – avverte: “Quest’Aula non è e non può essere indifferente a quanto sta succedendo“. Dopodiché, accogliendo la richiesta unanime di maggioranza ed opposizione, sospende i lavori di Montecitorio ed annuncia a breve la convocazione della conferenza dei capigruppo “per un percorso ordinato e responsabile”. Poi fa di più, e annuncia: “Visto il momento così drammatico, contatterò il presidente Conte per la richiesta di venire in Aula“.

Centrodestra chiede sospensione lavori anche al Senato

Intanto l’opposizione ha chiesto la sospensione dei lavori dell’Aula del Senato. Il gruppo della Lega, ha detto Paolo Arrigoni, ritiene “assurdo e paradossale che si debba continuare in questa fase delle interrogazioni quando il governo vacilla e quando il ministro dell’agricoltura, che avrebbe dovuto essere presente oggi, ha dato le dimissioni”. Lucio Malan di Forza Italia ha ricordato che in passato Conte “aveva detto che avrebbe portato in Parlamento una eventuale situazione di crisi“. Per Malan a Conte non resta che recarsi al Quirinale “per trarre le conseguenze di quanto avvenuto. Di certo è dignitoso che il Senato sia informato, partecipe della cose”. Anche Alberto Balboni di FdI ha chiesto la sospensione dei lavori e che la presidente del Senato Elisabetta Casellati si pronunci sulla richiesta “entro il pomeriggio”. “E’ necessario – ha chiesto formalmente – che il presidente Conte venga in Aula per riferire sulla grave crisi che il Paese sta attraversando”. Intanto è in corso la conferenza dei capigruppo a Palazzo Madama.

Il centrodestra, vincente nei sondaggi, vuole le elezioni (ma Mattarella no)

Il centrodestra ovviamente spinge per mandare a casa Conte e i giallofucsia e tornare alle urne, forte dei sondaggi che vedono vincente la coalizione Lega-FdI-FI. “La via maestra è il voto“, è l’appello dell’opposizione al presidente della Repubblica. Ma come tutti sanno Mattarella non vuole assolutamente mandare il Paese alle elezioni in piena pandemia (anche se in tutta Europa a dire il vero quest’anno ci saranno numerose tornate elettorali).

Adolfo Spezzaferro

Leggi la notizia su Il Primato Nazionale

L'articolo Conte non vuole mollare la poltrona, Cdx all’attacco: “Si dimetta oggi stesso oppure venga subito a riferire in Aula” proviene da Rassegne Italia.