Mattarella “riscrive” la Costituzione: “Vaccinarsi è un dovere civico, non si invochi la libertà per evitarlo”

(TgCom24) – Mentre in diverse città continuano le manifestazioni contro vaccini e Green Pass, il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, torna a parlare della vaccinazione come “dovere civico e morale”. E spiega che “invocare la libertà di non vaccinarsi è in realtà una richiesta di licenza di mettere in pericolo la salute e la vita altrui. Chi pretende di non vaccinarsi costringe gli altri a rinunciare alle proprie libertà e alla normalità di vita”.

Il vaccino, rimarca il capo dello Stato, è “lo strumento che in grande velocità la comunità scientifica ci ha consegnato per sconfiggere il virus e sta consentendo di superarne le conseguenze non solo di salute ma anche economiche e sociali”. Dunque quello di vaccinarsi è “un senso di responsabilità comune che ciascuno deve avvertire”.

“L’economia è ripartita, i dati sono straordinariamente positivi”, sottolinea il presidente della Repubblica, ricordando che “tutto questo è possibile perché contrastiamo la pandemia con comportamenti responsabili, con la vaccinazione, con comportamenti di prudenza che non contrastano con la normalità della vita. Lo fa la stragrande maggioranza dei cittadini e merita apprezzamento e riconoscenza”.

Mattarella sottolinea quindi che “la violenza e le minacce che affiorano in questo periodo contro medici, scienziati e giornalisti e persone delle istituzioni” sono “fenomeni allarmanti e gravi che vanno contrastati con fermezza, anche sanzionando con doveroso rigore”.

Ma hanno riscritto la Costituzione....e non ce ne siamo accorti????

Leggi la notizia su TgCom24

L'articolo Mattarella “riscrive” la Costituzione: “Vaccinarsi è un dovere civico, non si invochi la libertà per evitarlo” proviene da Rassegne Italia.