Pregliasco in presa al delirio minaccia: “Vaccino per i bambini da 5 a 11 anni all’inizio del 2022”, “Gli italiani in piazza? Pericolosi”

Di Alberto Maggi –  “I docenti e il personale scolastico sono inseriti in un’onda simile a quella del personale sanitario e quindi devono essere vaccinati contro il Covid-19”, afferma ad Affaritaliani.it il virologo Fabrizio Pregliasco, membro del Cts della Lombardia e direttore sanitario dell’ospedale Galeazzi di Milano. “Docenti e professori sono a rischio in particolare con la variante Delta anche perché i bimbi sono una sorta di impestatori folli.

Gli insegnanti, oltre ad essere in pericolo, svolgono anche un’attività indispensabile. Ci ricordiamo tutti quante scuole sono state chiuse a causa dei focolai, un prof di religione che si contagia, ad esempio, può costringere un’intera scuola a stare a casa, considerando anche l’isolamento fiduciario. Dispiace, ma la vaccinazione obbligatoria per tutto il personale scolastico è una priorità, come come per i sanitari.

Sia per garantire la loro salute sia per l’operatività stessa del servizio scolastico”. Pregliasco torna poi sui festeggiamenti per la vittoria dell’Italia agli ultimi Europei di calcio, “una scelta assurda e si vedono già gli effetti con i focolai creati con quei festeggiamenti“. Per quanto riguarda la fascia di età dai 12 ai 19 anni, “serve assolutamente la vaccinazione.

Ci sono alcune nuvole come quelle che c’erano per il siero AstraZeneca, legate al fatto che Inghilterra e Germania hanno chiesto ulteriori approfondimenti dopo che ci sono stati quattro casi su cento di miocarditi. Qualcuno in quei paesi suggerisce di vaccinare solo i soggetti più fragili tra i 12 e i 19 anni. Ma non va dimenticato che ci sono due casi su cento in cui, come conseguenza del Covid-19, in quella fascia di età si manifesta una sindrome infiammatoria multisistemica anche a livello cutaneo, senza dimenticare che le persone di giovane età sono diffusori della malattia specialmente della variante Delta.

Magari in futuro non dovranno fare il richiamo, ma oggi vaccinari i ragazzi tra 12 e 19 anni è assolutamente prioritario”. Poi i bambini più piccoli, sotto i 12 anni. Che fare? “Ci sono studi in corso sulla fascia da 5 a 11 anni e penso che le vaccinazioni per i bambini di questa fascia possano cominciare all’inizio del 2022“.

Infine Pregliasco giudica “tristissime” le manifestazioni contro il Green Pass e contro i vaccini. “Sono soggetti che seguono anche uno stile di vita incongruo e pericoloso, evidenziano una paura per le istituzioni e una perdita di autorevolezza delle stesse istituzioni. A preoccupare non sono solo gli assembramenti ma anche uno stile di vita contraddistinto da una totale mancanza di attenzione alle regole di distanziamento. Una vera e propria assurdità”, conclude.

Leggi la notizia su Affari Italiani

L'articolo Pregliasco minaccia: “Vaccino per i bambini da 5 a 11 anni all’inizio del 2022”, “Gli italiani in piazza? Pericolosi” proviene da Rassegne Italia.