Effetto lockdown, quadruplicati i suicidi di bambini e ragazzi: i dati choc del Regno Unito, una strage

Di I ricercatori dell’University College London, dell’Università di York, dell’Università di Liverpool e dell’Università di Bristol hanno pubblicato  in uno studio, ora in attesa di una  revisione paritaria, che il coronavirus non sembra presentare un rischio significativo per i bambini rispetto ad altri gruppi di età. Lo studio ha concluso:

“Il rischio di rimozione del CYP (bambini e giovani) dalle loro normali attività durante l’istruzione e gli eventi sociali può rivelarsi un rischio maggiore di quello della stessa SARS-CoV-2”. SARS-CoV-2 è un altro nome per il virus del PCC.

Nello studio è stato rivelato che solo 25 bambini di età inferiore ai 18 anni sono morti di COVID-19 dall’inizio della pandemia fino alla fine di febbraio 2021 nel Regno Unito. Circa 61 bambini in tutto sono morti dopo essere risultati positivi, ma in 36 casi è stato riscontrato il virus “non ha contribuito alla loro morte”.

Ora un dato veramente traumatizzante: nello stesso periodo ci sono stati 124 suicidi tra i bambini e 268 morti per traumi, hanno scoperto gli autori dello studio, pur rilevando che il virus è “raramente fatale” per i bambini.

“Questi nuovi studi mostrano che i rischi di malattie gravi o morte per SARS-CoV-2 sono estremamente bassi nei bambini e nei giovani”, ha affermato il professor Russell Viner, autore senior dello studio, dell’University College di Londra, in un comunicato di questa settimana.

“Le nostre nuove scoperte sono importanti in quanto forniranno indicazioni sulla protezione per i giovani e sulle decisioni sulla vaccinazione di adolescenti e bambini, non solo nel Regno Unito ma a livello internazionale”.

La professoressa Lorna Fraser dell’Università di York ha aggiunto che “anche quando abbiamo riscontrato rischi più elevati per alcuni gruppi con gravi problemi medici, questi rischi erano ancora molto piccoli rispetto ai rischi osservati negli adulti”, spiegando che le persone dovrebbero sapere che i rischi di COVID-19 per i bambini “sono molto bassi”.

Nel frattempo, la dott.ssa Elizabeth Whittaker dell’Imperial College di Londra ha affermato che i ricercatori sperano che “i dati saranno rassicuranti per i bambini, i giovani e le loro famiglie”. A novembre una ricerca aveva rivelato che vi era una punta nei casi di autolesionismo nel Regno Unito. Un effetto dell’isolamento e del lockdown, che hanno devastato psicologicamente i ragazzi.

“I bambini sono una tribù perduta nella pandemia. Mentre rimangono (per la maggior parte) perplessi immuni alle conseguenze sulla salute di COVID-19, le loro vite e le loro routine quotidiane sono state capovolte “, ha scritto all’epoca il dott. John Wright della Bradford Royal Infirmary. Importante poi le overdose da farmaci nei minori.

Quindi, più che a vaccinare i minori, dovremmo aiutarli nella loro crescita e nel mantenere il loro equilibrio psicologico. Peccato che educazione e salubrità siano l’ultimo dei pensieri di chi invece vuole vaccini ovunque, oppure vole distruggere la cultura e lo studio con le idee “Woke” ed assimilate.

Leggi la notizia su Scenari Economici

L'articolo Effetto lockdown, quadruplicati i suicidi di bambini e ragazzi: i dati choc del Regno Unito, una strage proviene da Rassegne Italia.