Spagna, clandestini ributtati in mare: il pugno durissimo della sinistra contro l’invasione (Video)

Di La Spagna ha deciso di prendere misure dirette ed immediate contro l’invasione, autorizzata dal Marocco, delle proprie enclave nord -africane da parte di decine di migliaia di immigrati clandestini. Oltre alle pressioni diplomatiche si sono utilizzati metodi forti e decisi. Si sono viste le immagini bellissime del sub spagnolo che salva la bambina di due anni.

Però non vi hanno fatto vedere come i militari spagnoli gettino direttamente in mare i migranti, come potete vedere qui, per convincerli a tornare indietro.

In Italia processano Salvini perché ha ritardato l’entrata in porto di una nave, che dovrebbero fare ai militari spagnoli ? Nel frattempo Madrid ha espulso subito, con procedimento immediato, almeno 4 mila degli 8 mila migranti entrati e le procedure funzionano a ritmo serrato per completare le procedure quanto prima. Perché le stesse procedure non sono state applicate anche nel nostro paese, risolvendo in questo modo le tensioni a Lampedusa? Sono gli spagnoli meno “Civili” ed “Europei” degli italiani, o semplicemente Sanchez, pur essendo socialista, non vuole perdere le elezioni.

Una piccola nota sull’Unione Europea: nel caso della Spagna la Germania e la Francia hanno subito esercitato forti pressioni sul Marocco perché arrestasse il flusso migratorio e sono riuscite nell’intento. Perché non fanno lo stesso con l’Italia, anzi la Germania ci manda le sue barche a far da traghettatori fra Libia e Sicilia? Siamo noi meno  degni di aiuto , meno “Piegati” a Parigi e Berlino?

Ah a saperlo….

L'articolo Spagna, clandestini ributtati in mare a manganellate: il pugno durissimo della sinistra contro l’invasione (Video) proviene da Rassegne Italia.