Nel 2015 i militari cinesi discutevano su come “armare” il coronavirus della SARS e usarlo contro l’Occidente

Di – Nel 2015, gli scienziati militari cinesi hanno discusso su come armare i coronavirus della SARS, cinque anni prima che la pandemia COVID-19 emergesse a Wuhan, in CinaQuesto emerge da un documento di 263 pagine, scritto da scienziati dell’Esercito popolare di liberazione e da alti funzionari della sanità pubblica cinese e ottenuto dal Dipartimento di Stato degli Stati Uniti durante la sua indagine sulle origini del COVID-19.

Gli scienziati del PLA notano come un’improvvisa ondata di pazienti che necessitano di ricovero in ospedale durante un attacco con armi biologiche “potrebbe causare il collasso del sistema medico del nemico”, secondo The Weekend Australian . Più o meno quello che è successo, o  ha rischiato di succedere, in molti sistemi sanitari occidentali.

Il rapporto suggerisce quindi  che i coronavirus della SARS potrebbero annunciare una “nuova era di armi genetiche” e ha osservato che possono essere “manipolati artificialmente in un virus affetto da malattie umane emergenti, quindi utilizzati come armi e scatenati in un modo mai visto prima”.

I presidenti dei comitati per gli affari esteri e di intelligence britannici e australiani, Tom Tugendhat e James Paterson, affermano che il documento solleva grandi preoccupazioni sulla mancanza di trasparenza della Cina sulle origini del COVID-19.

“A seguito degli sviluppi in altri campi scientifici, ci sono stati importanti progressi nella fornitura di agenti biologici”, afferma. “Ad esempio, la capacità di congelare i microrganismi ha reso possibile immagazzinare agenti biologici e aerosolizzarli durante gli attacchi”.

Dieci degli autori del rapporto sono scienziati ed esperti di armi affiliati alla Air Force Medical University di Xi’an, istituzione classificata come “ad alto rischio” per il suo livello di ricerca sulla difesa, compreso il suo lavoro sulle scienze mediche e psicologiche, secondo quanto scoperto da Australian Strategic Policy Institute’s ­Defence Universities Tracker

L’Air Force Medical University, conosciuta anche come la Quarta Università di Medicina, è stata messa sotto il controllo della PLA, le forze armate,  durante le riforme del presidente Xi Jinping nel 2017. Comunque l’istituzione già rispondeva al controllo dello stato amggiore della difesa cinese durante l’epidemia SARS del 2003

“Siamo stati in grado di verificare la sua autenticità come un documento scritto dai ricercatori e scienziati del PLA”, secondo Robert Potter, uno specialista di digital forensics che ha lavorato per i governi degli Stati Uniti, australiano e canadese – e ha precedentemente analizzato documenti del governo cinese trapelati , secondo il rapporto. “Siamo stati in grado d’individuare la sua genesi sull’Internet cinese”.

L’ex segretario di Stato americano Mike Pompeo e il suo capo consigliere per la Cina, Miles Yu, hanno già  fatto riferimento indiretto al documento in un editoriale di febbraio sul Wall Street Journal, scrivendo che “Uno studio del 2015 PLA ha trattato l’epidemia di coronavirus della SARS del 2003 come un ‘arma genetica contemporanea ‘lanciato da forze straniere “.

Questa notizia, già di per se molto preoccupante, deve essere affiancata ad altre uscite in questi giorni,  come quella uscita qualche giorno fa ad opera di  Nicholas Wade  nel Bulletin of the Atomic Scientists, che richiama la possibilità di origine artificiale del virus  “metodi più recenti, chiamati approcci” no-see-um “o” senza soluzione di continuità “, non lasciano segni distintivi. Nemmeno altri metodi per manipolare virus come il passaggio seriale, il trasferimento ripetuto di virus da una coltura di cellule a un’altra. Se un virus è stato manipolato, sia con un metodo senza interruzioni che con un passaggio seriale, non c’è modo di riconoscerlo “.

la risposta era abbastanza ovvia e fra di noi, alla fine. Le società High Tech e di controllo dei social hanno cercato di nasconderla in ogni modo, anche grazie all’aiuto di politici piegati alla lobby di Pechino. Ora però The Bulletin Of Atomic Scientists  ha osato aprire il “vaso di Pandora” del virus Wuhan …

Leggi la notizia su Scenari Economici

L'articolo Nel 2015 i militari cinesi discutevano su come “armare” il coronavirus della SARS e usarlo contro l’Occidente proviene da Rassegne Italia.