Vaia: Bisogna Riaprire o si rischia stato comatoso del Paese

 

Riaprire con coscienza e ragionevolezza, ma far ripartire le attività almeno all'aria aperta. Questo quanto propone il direttore dell'Inmi che chiede di trovare il giusto equilibrio tra salute e lavoro.

“Come l’aria ed il respiro sono il segnale e la misura della nostra vitalità, al contrario la depressione economica, la mancanza di mobilità e dello sport e del tempo tempo libero in generale, certificano uno stato comatoso di un Paese”, a scriverlo su Facebook il direttore dell’Istituto nazionale di malattie infettive (Inmi), Francesco Vaia.

Non ci possiamo permettere di proseguire così.

Rivolgendosi direttamente ai sindaci, il professore Vaia chiede loro di moltiplicare le iniziative all’aria aperta “negli spazi ampi” e nelle aree attrezzate per lo sport, ma anche nelle aree destinate al tempo libero all’aperto, per motivare e incoraggiare alla “buona lettura” all’aperto, l’ascolto della musica e “perché no?, pieces teatrali”...Continua su Articolo Originale...