“Trombosi diffusa all’apparato addominale”: così è morto il dipendente della Marina dopo AstraZeneca

Di Andrea Busia – Trombosi diffusa all’apparato addominale: è questa la causa del decesso di Pierpaolo Impagliazzo, il dipendente civile della Marina Militare di La Maddalena morto nell’ospedale Brotzu di Cagliari dopo essere stato trasferito d’urgenza dal Giovanni Paolo II di Olbia. Impagliazzo, 59 anni, alla fine di marzo era stato vaccinato con AstraZeneca e la Procura di Cagliari ha aperto un fascicolo sulla vicenda. La conferma della causa del decesso è trapelata nel tardo pomeriggio a conclusione dell’autopsia disposta dal pm Marco Cocco e affidata al medico legale Roberto Demontis. Gli accertamenti effettuati oggi hanno visto la presenza di un medico legale, Matteo Nioi, e dei legali della famiglia Impagliazzo, Alessio Bittu e Roberto Sirena.

La trombosi addominale e la morte

Va precisato che in questo momento non vi è alcun nesso di causalità provato tra il decesso di Pierpaolo Impagliazzo e la somministrazione di AstraZeneca. I legali della moglie e delle figlie della vittima hanno chiesto alla Marina Militare chiarimenti sul lotto di AstraZeneca utilizzato per la campagna di vaccinazione del personale di La Maddalena. Inoltre il pm Marco Cocco avrebbe già acquisito tutte le cartelle cliniche di Impagliazzo.

Leggi la notizia su unionesarda.it

L'articolo “Trombosi diffusa all’apparato addominale”: così è morto il dipendente della Marina dopo AstraZeneca proviene da Rassegne Italia.