Creare una Chiavetta USB per " Turbinare " il (vecchio) PC senza aggiungere RAM

 


Avete mai sentito parlare di “Chiavette USB al Turbo” in grado di dare nuova vita ad un vecchio PC?

Online si trovano moltissimi prodotti di questo tipo, ma Windows offre anche una pratica funzione integrata nel sistema, in grado di convertire una qualsiasi chiavetta USB in un boost per il proprio computer.

La funzione che sfrutteremo oggi prende il nome di “ReadyBoost” e risulta già presente su tutti i computer Windows.

Introdotta in Windows Vista e migliorata in Windows 7 e Windows 8ReadyBoost è una funzionalità che rende il tuo computer più veloce e reattivo semplicemente usando un dispositivo esterno (ad esempio una semplice chiavetta USB) come memoria aggiuntiva per espandere la memoria RAM del tuo computer.

ReadyBoost fa apparire al sistema la memoria gestita da un’unità esterna (memorie o dischi USB, Flash, Secure Digital, etc.) come se fosse memoria RAM aggiuntiva.

Ci sono due vantaggi di questa tecnologia di Windows: in maniera semplice e a prezzo irrisorio puoi aumentare la RAM disponibile, senza necessità di aumentare fisicamente il numero di banchi ram del tuo computer.

ReadyBoost è semplice da usare perchè ti basta anche solo inserire una chiavetta USB e selezionare la giusta voce dal menù. Non devi comprare RAM extra, aprire il computer e montare la RAM oppure farla montare da un tecnico.

Inoltre, ReadyBoost è economico: anche se il costo delle memorie RAM è sceso parecchio negli ultimi anni, il prezzo di una chiavetta USB è ancora molto inferiore.

Una volta inserita la chiavetta, il computer userà la chiavetta USB come memoria RAM extra.

Il fatto che il computer possa accedere alla memoria della chiavetta in maniera immediata come se fosse la RAM sul computer, piuttosto che dover accedere al file di paging sul disco fisso la cui scrittura/lettura richiede tempi estremamente più lunghi, permette un netto miglioramento delle prestazioni del tuo computer.

Il miglioramento con ReadyBoost è in genere evidente soprattutto nei computer che hanno solo 1 - 2 - 4 GB di RAM.

Per quanto riguarda un computer con 8 GB di RAM o più, difficilmente vedrai un miglioramento nelle prestazioni del tuo computer con ReadyBoost.

Vanno bene chiavette USB, schede di memoria SD, micro SD, Compact Flash e simili, purchè siano memorie di tipo flash.

Seguendo le istruzioni sotto per attivare ReadyBoost, il sistema effettuerà un test sul dispositivo. Se il dispositivo non soddisfa i requisiti tecnici, semplicemente ti apparirà il messaggio che il dispositivo non è compatibile con ReadyBoost.

Connetti innanzitutto il dispositivo esterno al computer.

Dovrebbe aprirsi in automatico la finestra di Autoplay che ti chiede cosa intendi fare con il dispositivo appena collegato (se non parte l’Autoplay, ti spiego sotto come fare).


1
Ora clicca nell’elenco la voce “Aumenta la velocità del sistema“:


2A questo punto si apre la finestra delle proprietà del dispositivo. Clicca ora sulla scheda ReadyBoost.

Se invece la finestra dell’Autoplay non parte in automatico, segui queste istruzioni per arrivare alla stessa finestra:

  • clicca sul pulsante Start
  • clicca  su Computer
  • nella finestra che si apre, clicca con il tasto destro del mouse sull’icona del dispositivo che intendi usare per ReadyBoost
  • clicca su Proprietà:

readyboost-scheda-proprieta

A questo punto si apre la finestra delle proprietà del dispositivo. Clicca ora sulla scheda ReadyBoost.

Se il tuo dispositivo non soddisfa i requisiti tecnici, nella scheda ReadyBoost ti apparirà il messaggio che il dispositivo non è compatibile con ReadyBoost.

Se tutto va bene invece ti apparirà un elenco di opzioni di utilizzo di ReadyBoost. Ora quindi scegli se selezionare l’opzione “Dedica il dispositivo a ReadyBoost” oppure l’opzione “Utilizza il dispositivo:

attivare-readyboost

Scegliendo l’opzione Dedica il dispositivo a ReadyBoost Windows non rimuoverà eventuali file già presenti nel dispositivo, ma utilizzerà il resto dello spazio disponibile sul dispositivo per aumentare la velocità del sistema.

Se scegli invece l’opzione Utilizza il dispositivo, ti sarà possibile decidere lo spazio da dedicare a ReadyBoost. Windows ti mostra in automatico la quantità massima di spazio che puoi utilizzare per migliorare le prestazioni del computer, muovendo l’indicatore scorrevole potrai modificare la quantità che ReadyBoost utilizzerà.

Se l’unità è piena o vuota non ha grande importanza: niente verrà cancellato in ogni caso, qualsiasi opzione tu scelga.

Qualsiasi sia la tua scelta, conferma cliccando su Applica e quindi su OK.

ReadyBoost comincia ora ad impostare il dispositivo e lo userà immediatamente se il tuo sistema ne ha bisogno per migliorare le proprie prestazioni.

CONSIGLIO: per evitare di dover eseguire questa operazione a ogni inserimento dell’unità esterna ti consiglio di dedicare un dispositivo esclusivamente a ReadyBoost e lasciarlo sempre attaccato al computer. Il computer lo riconoscerà in automatico come memoria RAM aggiuntiva fin dall’avvio.

Per tornare ad usare un dispositivo come spazio di archiviazione normale invece che come RAM aggiuntiva, ti basta riaprire la scheda ReadyBoost delle proprietà del dispositivo e selezionare Non utilizzare il dispositivo”. Potrai tornare ad usare la chiavetta USB (il dispositivo che hai usato) come facevi prima.

ReadyBoost è un’ottima funzionalità di Windows, che ti permette di migliorare le prestazioni del computer con facilità e con costi irrisori.

Ti consiglio di provarla senz’altro sul tuo computer, anche se ritieni di avere sufficiente RAM.